Porti Liguri e Nordafricani pronti a intese Commerciali

Avvicinare le due sponde del Mediterraneo: dall’Egitto e dal Marocco alla Liguria definita “porta naturale del centro Europa”. Si sono avviate opportunità di collaborazione tra il sistema portuale spezzino-ligure e le realtà omologhe di Libia, Tunisia, Egitto, Marocco e Algeria presenti alla Spezia con i loro massimi esponenti.

A favorire il confronto è stato il convegno “Liguria porta d’Europa: opportunità per i porti delle due sponde del Mediterraneo” organizzato a Porto Lotti da Ice, ministero dello Sviluppo economico, Regione, Liguria International, La Spezia Eps, Camera di commercio e Ligurian Ports. « Nello sviluppo dell’interscambio commerciale è fondamentale il ruolo dei porti, della logistica dei trasporti – ha dichiarato il presidente dell’Autorità por-
tua le spezzina,Lorenzo Forcieri – I rappresentanti del Nord Africa ci hanno illustrato i grandi progressi che stanno compiendo i rispettivi Paesi in questo ambito e della necessità di una forma molto stretta di cooperazione economica con L’Italia».

Tra i relatori anche Aldo Sammartano, presidente della Camera di commercio; Franco Aprile, presidente di Liguria International, che ha ricordato come, ad oggi, siano circa 3 mila le imprese che chiedono sostegno per proporsi sulle aree del Nord Africa; Luigi Merlo, presidente dell’Autorità portuale di Genova. Interventi dei rappresentanti di Assiterminai (Luigi Robba), Confitarma (Claudio Barbieri), Federagenti (Marco Donati), Fedespedi (Bruno Pisano).

fonte: Secolo XIX