Tavolo tecnico ASSOPENA del 5 maggio 2016: come è andata

Come da precedente comunicazione, su proposta di ASSOSPENA, è stato organizzato il giorno 05/05 un tavolo tecnico con il Direttore Interregionale dell’Agenzia delle Dogane per la Campania e la Calabria, dott. Alberto Libeccio, per un confronto su alcuni temi relativi alle nuove procedure informatiche.
Erano presenti, oltre al presidente Augusto Forges, il presidente del Consiglio Territoriale Domenico De Crescenzo ed alcuni componenti della “task force Once” dell’Agenzia delle Dogane istituita ad hoc tra i quali il responsabile AVC di Napoli 1, Dr Raffaele Bandiera.
Nel corso dell’incontro sono state evidenziate le problematiche operative per l’invio telematico con “fascicolo elettronico” relative ad alcuni casi particolari:
Esportazione con emissione di certificati di circolazione EUR1/ATR;
In considerazione dell’attuale normativa in materia che prevede l’autorizzazione al rilascio dei certificati di circolazione prima della convalida della dichiarazione, è stato evidenziato che molti operatori, non possono utilizzare la procedura dell’invio telematico con fascicolo elettronico.
Il Direttore Interregionale, poiché detti certificati devono essere timbrati e firmati dalla Dogana, ha chiesto approfondimenti al proprio staff in merito ad eventuali richieste di controllo, da parte di Amministrazioni Estere destinatarie, dei certificati emessi, di specimen dei timbri ecc.
Quanto sopra per una soluzione del problema che potrebbe prevedere il rilascio, agli operatori che ne faranno richiesta, di certificati già timbrati.
Nel frattempo la procedura resta invariata.
Esportazione di pasta alimentare verso Stati Uniti ed emissione P2;
E’ possibile il lancio telematico con fascicolo elettronico; con esito “CA” rimane a carico della Dogana la stampa del P2 con relativo timbro:
Esportazione di provviste di bordo a bassa incidenza fiscale;
Il Direttore Interregionale ha delegato il Responsabile AVC dell’Ufficio delle Dogane di Napoli 1 per la regolamentazione e lo snellimento della procedura attualmente in vigore;
Esportazione materiali ferrosi con restituzione;
L’attuale procedura prevede che la copia 3/A venga vidimata dalla Dogana per gli adempimenti successivi relativi alla restituzione.
Il Direttore Interregionale ha richiesto al Responsabile AVC di NA1 l’esatto iter burocratico in vigore ai fini di uno snellimento procedurale.
Importazioni con regime 4500 (introduzione in deposito iva);
L’attuale procedura prevede l’impegno della quota iva in sospensione da parte dell’ufficio preposto e successiva apposizione sulla dichiarazione dei dati con timbro e firma; con questa procedura non è possibile l’invio telematico con fascicolo elettronico.
Dalla discussione è emerso che una soluzione percorribile può essere quella della gestione delle garanzie/esoneri a cura dei doganalisti, tramite un sistema di autocertificazione.
Il Direttore Interregionale ha pertanto delegato il Responsabile AVC per una disposizione di servizio in tal senso, in via sperimentale, solo per l’Ufficio delle Dogane di Napoli 1.
ll Direttore Interregionale ha inoltre investito della questione la task force Once affinché intervenga presso l’Area Centrale per la seguente implementazione del sistema informatico:
distinguere telematicamente le importazioni con regime 4000 da quelle regime 4500;
inserire le garanzie in AIDA, come per quelle globali per il transito comunitario;
Importazioni con procedure che prevedono il deposito dei diritti:
Contingenti critici;
Presentazione a posteriori di certificati per accedere alle preferenze;
E’ stato convenuto che, in considerazione della bassissima percentuale di questi casi, l’attuale procedura non sia variata.
Non è quindi possibile l’invio telematico con fascicolo elettronico.
Competenza dell’archiviazione del supporto cartaceo originale per invio telematico con fascicolo elettronico ed esito “CA”;
a parere dell’Amministrazione tale archiviazione è di competenza dell’importatore/esportatore, mentre una copia è acquisita agli atti del rappresentante diretto. In caso di rappresentanza indiretta invece l’archiviazione spetta al rappresentante indiretto. Unica eccezione riguarda la documentazione originale relativa alla richiesta di emissione di certificati EUR1/ATR che deve essere in possesso del rappresentante, se il certificato è sottoscritto dallo stesso.
Segnalazioni SVA/Gdf;
Il Responsabile AVC dell’Ufficio delle Dogane di Napoli 1 ha fatto rilevare che le segnalazioni vengono inserite in AIDA per tempo, come nel precedente sistema.
Infine, nei limiti del possibile l’Amministrazione chiederà agli operatori che, in caso di esito “CD”, l’invio della documentazione a corredo (fascicolo elettronico), sia a colori.
La riunione, sempre improntata ad uno spirito di reciproca collaborazione, si è conclusa con l’intenzione di promuovere altri incontri, allo scopo di fare ulteriore chiarezza sulle novità imposte dal nuovo codice doganale.

http://www.assospena.com/2016/05/resoconto-tavolo-tecnico-del-5-maggio-2016/