Porto di Napoli – Parte il Dragaggio dei Fondali – comunicato stampa

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, d’intesa con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a conclusione di una complessa istruttoria tecnica, ha autorizzato l’Autorità Portuale ad effettuare il dragaggio d’urgenza dei fondali del porto di Napoli per complessivi 130.000 metri cubi.

L’intervento sarà effettuato in due fasi distinte: la prima per 70.000 metri cubi di sedimenti interesserà l’ambito operativo portuale della zona Molo Bausan, per garantire il tirante d’acqua necessario per l’operatività delle navi porta container di maggiori dimensioni; la successiva fase avverrà una volta completati gli interventi di riparazione della esistente vasca di colmata.

“Il dragaggio è da considerarsi una infrastruttura capace di mantenere i traffici commerciali e di creare le condizioni per il loro sicuro sviluppo, mantenendo concorrente il porto con le altre realtà portuali del Mediterraneo. Con l’autorizzazione pervenuta può essere indetta la gara per l’effettuazione dei lavori e per dare corso a tutti gli altri adempimenti a tutela dell’ambiente e del contesto territoriale previsti dalla normativa vigente. Un particolare ringraziamento va al Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e al Provveditorato Interregionale per le Opere Pubbliche, non solo per la complessa istruttoria tecnica effettuata, ma anche per il costante supporto dato alla struttura dell’Autorità Portuale per la redazione del progetto di dragaggio”. Il Presidente dell’Autorità Portuale di Napoli, Luciano Dassatti, ha così commentato, con soddisfazione il provvedimento emesso dal Ministero dell’Ambiente.

AUTORITA’PORTUALE DI NAPOLI
15 settembre 2010