04.11.2016 | Comunicato congiunto Assospena, CTSDNA, Accsea

Si comunica che in data odierna si è svolto presso gli uffici USMAF Napoli un incontro tra le sottoscritte associazioni ed il Dr Garofalo, in relazione all’imminente entrata in vigore del protocollo di intesa tra USMAF/UVAC e Agenzia delle Dogane che determina la procedura per i controlli presso il nuovo PIF.
Le associazioni hanno manifestato preoccupazione riguardo la tempistica dei controlli, preoccupazione che nasce dal rapporto tra la media delle verifiche giornaliere ed il numero delle postazioni disponibili presso la nuova struttura, nonché dalla farraginosità di alcuni passaggi logistici ai quali sarà sottoposta la merce prima di pervenire al PIF. Un eventuale rallentamento comporterebbe certamente un grave disagio per l’utenza con ricadute negative sui traffici.
Il dr. Garofalo ci ha riferito che non tutte le merci soggette al N.O. sanitario andranno verificate presso il nuovo PIF, bensì soltanto quelle che necessiteranno di particolare attenzione all’igiene degli ambienti, o che andranno sottoposte ad esami specifici (es. batteriologico).
Il tavolo si è concluso con l’intesa di monitorare l’andamento dei primi giorni di attività della nuova struttura e di rivederci per apportare eventuali accorgimenti che scongiurino disagi ai traffici del porto di Napoli.

IL PRESIDENTE ASSOSPENA
Augusto Forges Davanzati

IL PRESIDENTE C.T.S.D.
Domenico De Crescenzo

IL PRESIDENTE A.C.C.S.E.A.
Antonio Sticco

PIU INFO: http://www.assospena.com/2016/11/comunicato-congiunto-assospena-ctsdna-accsea/